Blog: http://PiccolaIena.ilcannocchiale.it

stop

 

 

Non sapeva cosa si muoveva in lei.
Cosa muoveva le sue azioni, le sue mani che agivano, la sua mente nel caos. Aveva perso il controllo e c’era fumo, fumo negli occhi, fumo che la seguiva non appena provava a spostarsi, cambiava direzione con lei. Le stelle le ricordavano che non era il suo anno, era inutile che si affaticasse per tirar fuori il ragno dal buco. Per quanto si stesse muovendo, continuava a legarsi e intanto la gente passava dalla sua fermata e riconosceva quel volto. Oh sì che la riconoscevano, è lei la ragazza che è ferma qui da mesi senza salire alcun gradino di qualche fottuto autobus.
Le passavano accanto come fantasmi che danzavano un lieve valzer per poi abbandonarla esattamente lì dove l’avevano trovata. La musica era piacevole, scorreva liscia come le chiacchiere che scambiava con i suoi spiriti, li ascoltava con pazienza, succhiava qualcosa di loro da ogni parola e giro di pista ma non svelava mai abbastanza di sé, non lo faceva apposta…è che aspettava sempre una Domanda…che non arrivava…
E quando aveva ascoltato abbastanza quegli animi le sfuggivano senza darle il tempo di poterli salutare con un fazzoletto alla mano, e li perdeva, e li ricordava, e non li sbiadiva.
Amori, amici, abitudini, bellezze, bisogni, capelli, cuori, case, concerti, canzoni, desideri, disegni, destini, fantasie, film, fuochi, feste, felicità, fiori, gioie, gelosie, giorni, luci, litigi, lenzuoli, magliette sbiadite, mare e maree, musiche, mani, nudità, necessità, nomi, orme, orizzonti, orpelli, pianoforti, pianti, piante, pensieri, paure, pene, paesi, quadri, quaderni, questioni, rumori, ricordi, regali, ritornelli, resoconti, strade, saluti, sorrisi, soli, stranezze, sguardi, tenerezze, tensioni, terremoti, unioni, visi, voglie, vittorie, vanità…velocità
Ma restava ferma.

 

Pubblicato il 23/7/2010 alle 14.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web